fbpx

Madonna della neve
Carnino

About This Project

Per fermare lo stato di avanzato degrado della Chiesa Nostra Signora della Neve la ditta si è ispirata a criteri di rigorosa conservazione dei materiali, delle tecniche e delle strutture originarie con l’obiettivo di garantire la durata del bene nel tempo e la tutela dei regni storici.
Secondo questo spirito, la chiesa è stata ridotta allo stato di sicurezza, salubrità e durevolezza.

Sono state eseguite approfondite indagini di conoscenza della costruzione e delle proprietà dei materiali mediante indagini non distruttive. Gli interventi iniziali hanno riguardato l’esterno della chiesa con tecniche volte a deumidificare le murature.

Sono stati montati i ponteggi intorno alla chiesa e sono stati esaminati da vicino i problemi relativi allo stato delle murature, delle finiture, dei serramenti e della cuspide del campanile. Le facciate sono state restaurate tutte le facciate mediante il consolidamento e l’integrazione degli intonaci, stuccatura e profilatura dei parametri murari, integrazione di lacune e risarcimento di lesioni, riparazione di fessurazioni e di crepe.

Al di sotto dell’attuale strato pittorico in facciata, i saggi stratigrafici hanno individuato scarse tracce di una diversa decorazione e la presenza di precedenti cromie. Non essendo possibile recuperare e ricostruire con precisione la composizione e le coloriture, sono state documentate e fotografate.

La cromia esistente è stata integrata con velature sovrapposte in due tonalità per fondi e rilievi.

All’esterno sono state eseguite operazioni di pulitura, consolidamento e integrazione degli intonaci, trattamento conservativo dei bolzoni e delle parti metalliche. Particolare attenzione è stata rivolta alla facciata con l’intonacatura della parte in pietra a vista non originaria attorno all’ingresso e la coloritura generale differenziando la cornice che la delimita.

Di seguito il dettaglio delle lavorazioni eseguite:

  • Pulitura delle superfici da trattare e asportazione delle polveri e depositi incoerenti
  • Rabboccatura di muratura e consolidamento con metodo cuci e scuci e tramite iniezione di
    calce idraulica e sabbia fine a seconda delle necessità
  • Riparazione di fessurazioni
  • Stuccature
  • Ristabilimento dei distacchi tra muratura ed intonaco con malta idraulica premiscelata per
    intonaci
  • Formazione di intonaco attorno al portone di ingresso al fine di uniformare la facciate come in origine
  • Coloritura della facciata principale
  • Restauro di tutti i serramenti (portone ingresso e finestre) o loro sostituzione con altri aventi
    simili per caratteristiche e materiali
  • Sostituzione delle copertine/sporti in pietra del campanile
  • Fornitura e posa in opera di copertine per davanzali in pietra locale
  • Trattamento dei bolzoni di ancoraggio delle catene metalliche

Il fenomeno della risalita d’acqua dal sottosuolo e dalle pareti controterra aveva provocato il distacco dei rivestimenti, un rigonfiamento dell’intonaco e la presenza di sali solubili. Per eliminarne le cause sono state utilizzate tecnologie di tipo ECODRY a diretta interazione molecolare al fine di deumidificare le murature.

Presso il laboratorio di falegnameria Formento sono state eseguite anche le operazioni di restauro del portone di ingresso e la realizzazione di nuovi serramenti. In questa occasione è stato ricostruito il tetto del campanile e sono state preparate le nuove lastre di copertura.

In corso d’opera è emerso un particolare degrado della torre campanaria: è stato predisposto un intervento per eliminare il rischio di distacco di alcuni elementi pericolanti.
La vecchia copertura in lamiera di zinco è stata sostituita con nuove lastre in zinco-titanio su struttura in legno di castagno.

Durante l’osservazione del campanile sono stati individuati due elementi molto interessanti e ben conservati: due campane di ottima fattura dedicate alla “Madonna della Neve titolare della Parrocchia e patrona di Carnino e a “San Rocco Protettore della popolazione di Carnino”.

Anno

2018

Luogo

Carnino Superiore (CN)

Committente

Parrocchia N.S. Della Neve – Comune di Briga Alta (CN), fraz. Carnino – Diocesi Ventimiglia, San Remo

Categoria
Restauri